Illudere è peccato

Illudere è peccato

Il Madesimo Freeride Festival comincia domani, 18 marzo 2016.
E ancora una volta ci tocca provare a riparare i danni che una comunicazione poco accorta può recare.

Mentre, a onor del vero, nessun appunto dobbiamo fare ai contenuti del sito ufficiale www.madesimofreeridefestival.it, siamo costretti invece a denunciare la promozione fatta all’evento su facebook:

FreerideLivigno-12821600_808088342652129_3543724040506849502_n

“Mica male: un metro e passa di #powpow nel weekend!!!
Per fortuna che al Freeride Festival ci sono i ragazzi di Mystic Freeride che pensano a noi con il loro camp… Un’esperienza di puro freeride a 360° in cui insegnano teoria e tecnica per affrontare al meglio la powder,
in totale sicurezza e divertimento“.

L’accenno (come da probabile richiesta marketing) alla sicurezza totale è sottolineato dal logo Investi in sicurezza che, in se stesso corretto, in questo abbinamento risulta distorto nel suo significato.

 

 

 

 

 

L’illusione (voluta o non voluta, in bona o in malafede) della totale sicurezza va denunciata in ogni occasione, lo sanno bene anche alcune guide alpine come a esempio Michele Comi, che a questo proposito ha scritto (su www.stilealpino.it):

FreerideLivigno-bollo-guide-alp-300x300

 

Cari amici, ogni volta che oltrepassiamo assieme il confine delle piste battute o affrontiamo un percorso scialpinistico, condividiamo l’incertezza di questi ambienti, ben consci che la sicurezza sta altrove. Per mestiere ed esperienza cerco di percepire al meglio ciò che accade, nell’intento di attivare la miglior protezione possibile e ritrovarmi a fine giornata a giocare sereno con i miei tre bambini.
Sempre più spesso proposte e iniziative legate alla montagna promettono “sicurezza” a chi vi partecipa. Il distintivo blu UIAGM (Unione Internazionale Guide di Montagna) mi autorizza ad esser il “gestore” del rischio nelle attività che si svolgono in un ambiente indefinito e mutevole come la montagna, ma purtroppo ancora non mi concede il dono dell’onnipotenza, tale da garantire “sicurezza totale e divertimento”.
Ammetto quest’umana “debolezza”, ma preferisco esser chiaro sin da subito: avventurarsi là fuori è tanto bello quanto denso di pericoli; esisterà sempre un rischio residuo, che di volta in volta andrà analizzato e compreso, per valutare in ogni circostanza se è accettabile oppure no“.

FreerideLivigno-12801384_10208829175152468_1399280786829734479_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website