Truppe elitrasportate germaniche

pubblicato in: Articoli | 0

A dispetto dei nostri timori, delle nostre denunce e del più elementare buonsenso, la pratica dell’eliski si diffonde a macchia d’olio. Una piaga alpina che, se continuerà a questo ritmo di propagazione, infetterà senza remissione ogni angolo remoto. E’ con grande dolore, e profondo senso di nausea, che questo Gogna Blog si vede costretto ancora una volta a tornare sull’argomento.
Rifuggirne sarebbe irresponsabile, un guardare dall’altra parte al cospetto di un delitto. Mi scusino i lettori, avrei davvero evitato (almeno questa settimana…).

Truppe elitrasportate germaniche
con il contributo di Giuseppe Miotti

“Der über 20 Landeplätze in der einzigartigen Bergwelt des Valmalenco”… Si stanno preparando quattro uscite di eliski in zona Alpe Arcoglio e Val Giumellino, senza guida o con “guide” austriache, nelle sole due vallecole fuori dall’area SIC. Stiamo pensando a una pacifica invasione dei luoghi. Saresti dei nostri? Avresti voglia di divulgare?

Foto d’epoca dell’Alpe ArcoglioTorreSMaria-foto epoca_arcoglio

Considerata l’esiguità dei dislivelli e il programma destinato a ottimi sciatori, che si infilano a tutta nei brevi couloir del Monte Canale, questo significa molte centinaia di rotazioni!
Tutto ciò compromette qualsiasi altra fruizione di una delle zone più note e frequentate della Valmalenco d’inverno, con la super classica conosciuta da ogni scialpinista lombardo: la salita al Sasso Bianco.
Insomma, per il facile divertimento di pochi, pochissimi, che insozzano questa montagna, senza conoscere nulla di questa valle, ci priviamo di uno dei nostri luoghi migliori e allontaniamo i veri e duraturi appassionati.
In cambio di cosa?

Sulla pagina http://www.yellowtravel.net/ski-snowboard-2012/trips/heliski-italien.html potete trovare in lingua teutonica i particolari.
Per 1.050 euro a testa, il partecipante ha diritto a:

– due pernottamenti in un lussuoso e “stellato” hotel nei pressi di Sondrio;
– due cene gourmet;
– quattro voli in elicottero;
– altre cose minori che qui non interessano.

Segnatevi le date infauste:
HELIVAL1501: dal 27 febbraio al 1 marzo 2015
HELIVAL1502: dal 13 al 15 marzo 2015
Se invece, non contenti, si vuole anche essere accompagnati da un grande professionista, allora
http://www.yellowtravel.net/ski-snowboard-2012/trips/heliski-pro.html
il prezzo sale a 1.190 euro.

L’agognato accompagnatore figo è Mathias „Hauni“ Haunholder, di Walchsee/Tirol, che non risulta però essere guida alpina, bensì solo “Freeride Pro und Skiführer”, cioè freerider professionista e Maestro di Sci.

Ecco le date:
HELIVALPRO1501: dal 20 al 22 febbraio 2015
HELIVALPRO1502: dal 6 all’8 marzo 2015

 

Montagna violata
di Michele Comi, guida alpina di Valmalenco

Il 18 gennaio 2015 il sindaco di Torre Santa Maria mi ha confermato che, d’intesa con l’amministrazione di Chiesa Valmalenco, è stato deciso di accogliere e avallare per l’inverno in corso la pratica dell’eliski nell’area di Arcoglio e Val Giumellino, proposta da una non ben identificata organizzazione, in nome di un presunto ampliamento e miglioramento dell’offerta turistica in loco (che si aggiunge agli incursori aerei germanici, vedi sopra), che già fanno della Valmalenco terra di conquista.

In questo modo i primi e storici campi da sci della Valmalenco, nonché santuario degli scialpinisti lombardi, faranno un balzo nella modernità, producendo chissà quali ricadute economiche per l’intera comunità.

Non occorre scomodare fiumi di parole e argomentazioni note a tutti per cogliere il pauroso salto nel buio che aggiunge tristezza a una montagna ancora una volta violata.

Non stupisce che Chiesa Valmalenco, ormai avvezza a ogni nefandezza, possa aver dato il suo benestare senza pudore… ma che anche Torre S. Maria, nella sua piccola e ben conservata dimensione autentica di montagna vera, abbia dato il suo appoggio e benestare porta tristezza.

Con queste premesse l’annuale raduno per appassionati skiatori Arcoglio-Torre, che racconta una montagna consapevole e responsabile, umana, in stretto contatto con la natura, qui non potrà più trovare casa.

PS. Se altre località helifree lo vorranno, la formula del raduno Arcoglio-Torre potrà forse trovare una nuova casa. Vedi http://www.stilealpino.it/arcoglio-torre/.

L’Alpe Arcoglio    TorreSMaria-nel bianco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *